mercoledì 27 agosto 2008

Oggi ho sentito Vik aka Guerrilla: è a Gaza e la sua voce esprime solo felicità!





A volte tornano...
Già sono tornata, ma per poco :-)
Vorrei prima di tutto dare gli ultimi aggiornamenti su Vik a Gaza.
Oggi pomeriggio sono riuscita a conversare un pochino con lui in gmail e poi ci siamo sentiti al telefono.
Sta bene, dalla sua voce si sente che è felice di stare lì, esattamente dove sta, sembra come che abbia trovato una dimensione, la "sua" dimensione.

Come certamente sapete, grazie ai puntuali aggiornamenti di Gabriele aka Subcomandante sul suo sito http://ilsonnodellaragione.iobloggo.com/archive.php
oltre agli interventi diretti di Vik sul suo blog,
il viaggio della Liberty e della FreeGaza non è stato dei più agevoli e spediti.

Si temeva (ovviamente) anche la reazione delle autorità israeliane, che avevano deciso (guarda caso) proprio per i giorni dello sbarco una esercitazione della Marina Militare davanti alle coste di Gaza.

Fortunatamente, nonostante alcuni segnali avversi, la ragionevolezza ha avuto la meglio e le barche sono state fatte passare, rompendo l'assedio di Gaza e dimostrando che la storia fatta dai potenti può essere mutata da persone comuni armate solo di buona volontà.

Avevo parlato con Vittorio il 23 agosto, intorno alle 17, proprio mentre stavano attraccando a Gaza, e vi posso assicurare che raramente in vita mia mi è capitato di ascoltare tali e tante manifestazioni di gioia e di allegria!

Era quasi impossibile parlare al telefono, le voci erano sovrastate da canti, grida di gioia, esclamazioni di benvenuto.
Tantissime le voci di bambini..Bellissimo!!!

Durante le conversazioni di oggi, Vik mi ha raccontato come sia andato con i pescatori di Gaza al largo diverse miglia dalla costa, sfidando ancora una volta le navi israeliane che incrociano le acque, e riportando un carico di pesce eccezionale.

La Liberty e la Free Gaza dovrebbero (il condizionale è d'obbligo in questa vicenda) ripartire entro la fine settimana, portando con loro alcuni malati e degli studenti universitari palestinesi.

Vik ha deciso di rimanere a Gaza, insieme a qualche altro componente del gruppo, perchè è fermamente convinto che il suo compito sia stare ancora lì, a Gaza, ad aiutare.
Ritornerà (non sa ancora quando) passando per Israele o Egitto. E questa è la parte che si prospetta più critica, essendo lui persona non gradita in territorio israeliano. Vedremo.

L'importante è che lui faccia ciò che sente come la cosa giusta, e questo lo rende forte.

Un'ultima news riguarda Jeff Halper. l'unico ebreo cittadino israeliano che partecipava alla missione umanitaria di FreeGaza.
Appena rientrato in Israele è stato arrestato e interrogato per diverse ore dalla polizia israeliana.
Vik mi ha detto che ora sta agli arresti domiciliari. Sembrava piuttosto tranquillo sulla sorte di Jeff... Speriamo abbia ragione :-)

Ringrazio ancora tutti coloro che stanno seguendo le vicende di FreeGaza, e dimostrano con la loro attenzione il loro supporto.

Io riparto a breve (domani? dopodomani?) e starò via ancora qualche giorno.

Devo ringraziare Marele, Gabriele aka Subcomandante, Annuska, Luca aka Rageagainsttheworld, che mi hanno tenuta aggiornata su quello che accadeva nel web circa FreeGaza, con ogni mezzo possibile ...
credo che gli unici mezzi non utilizzati siano stati il tam tam ed i piccioni viaggiatori ma la tentazione c'è stata visto che le news rimbalzavano tra l'India, Berlino,Milano, Venezia e paesi italiani dove un internet point è un'entità più misteriosa della dimora di "Non aprite quella porta"! :-)

Un caro saluto a tutti coloro che si affacciano da queste parti,
Audrey

4 commenti:

lord brummel ha detto...

rientro dalle vacanze e cosa leggo? una mniriade di articoli sulla questione palestinese e su di una missione in quelle terre. Vabbè ci sta in un blog comunista :)
Poi però la mia attenzione ricade su questa frase:"la storia fatta dai potenti può essere mutata da persone comuni armate solo di buona volontà" ahah. buona questa. ok basta torno in holiday mode. see you later

Audrey ha detto...

Carissimo Lord,
ebbene sì..questo è un blog comunista!
In effetti manca solo la sezione dedicata alla gastromonia infantile, in pratica come cucinare e digerire al meglio i bimbi, ma presto rimedierò alla grave lacuna :-P
Un caro saluto e spero rimarrai ancora a lungo nel tuo "mood " vacanziero più che "mode" :-)

Ps Sul concetto della "volontà popolare" e dei suoi effetti sul corso della storia in piccoli autori quali Hegel, Marx e Popper, mi permetti di tornarci dopo gli ultimi scampoli di vacanza?
E' una promessa ..o una minaccia..vedila as you like :-D

lord ha detto...

se è una minaccia la accetto, odio le promesse :)

Anonimo ha detto...

Grazie Audrey, anche dei tuoi aggiornamenti, fra telefonate, post, news ho passato più tempo al computer, che con mia figlia, ma sono felice.Felice perche' l'utopia e' stata possibile, felice per loro che hanno contribuito a spezzare l'isolamento di Gaza, per tutti i palestinesi.
Abbiamo avuto la conferma, che si
puo' cambiare.

Un saluto sereno.Annuska

ShareThis