domenica 6 dicembre 2009

Quest’uomo sa di tappo; il nanismo politico di Brunetta




Il no B.Day è stato un successo aldilà dei numeri 90.000 o 1.000.000 non ha importanza. La società civile si è mossa, ha supportato quei partiti che hanno scelto l’opposizione dura e sospinto il pd, nei suoi uomini, a una determinazione che ancora non coinvolge parte della dirigenza.

Il mare di gente, allegra ma determinata, che ha invaso Roma ha ripreso il coraggio di lottare. Non sarà certo una manifestazione che farà cadere Berlusconi ma la prospettiva politica del movimento che viene dalla base e che influenzerà i partiti di opposizione è una grande vittoria. Certo ora non ci si deve sedere, necessita un impegno organizzativo importante e perché questa voce si amplifichi bisogna sfruttare la grande risorsa comunicativa della rete. Ma si è vista soprattutto un'altra cosa: la manifestazione della questione morale che rappresenta la vera anima della sinistra, condivisa dall'Italia civile che crede nella giustizia. E’ stato ritrovare lo spirito di appartenenza, la voglia e la consapevolezza che questo mondo si può migliorare.

Il ministro Brunetta ha risposto dicendo : suonino pure le loro trombe, noi suoneremo le nostre campane. In questa frase sta tutto il suo nanismo politico. Per due motivi: la questione morale, appunto, e la determinazione delle idee. Il movimento che è nato mai e poi mai, come tutta la sinistra, negozierà la moralità per opportunismo politico, si cambieranno alleanze le convenienze politiche ma mai si rinuncerà alla democrazia e alla costituzione. Nel pdl gli alleati di oggi sono quelli che gridavano Berlusconi mafioso e indegno e per convenienza politica sono i primi a sostenerlo e appoggiarlo. Alleati come questi, morto il conducente del carretto sono i primi a scendere. La determinazione delle idee è molto diversa dalla venerazione del capo. Le idee sono perseguibili sempre e comunque, indipendentemente da chi sta alla guida e sono, per questo motivo, destinate a durare e a motivare. Brunetta non sa e non vede che la guerra civile evocata dal suo sdoganatore, che lui adula come un feticcio, è destinata a finire sul nascere alla prossima puntata del grande fratello. Un popolo di veline e leccaculo non è destinato a durare.


Brunetta sa che la parte migliore del paese è la sinistra, e sa che con lei per lui non c’è posto, per questo si accanisce. Il suo furore cieco alimenta il suo nanismo politico.
Suoni pure le sue campane, quanto vuole. Le nostre trombe suoneranno a lungo.

7 commenti:

Macfeller ha detto...

Aggiungerei una riflessione: l'Italia che non si riconosce nella sinistra non immagina neanche quanto la manifestazione di ieri sia stata importante anche per lei. Quanto prima i conservatori italiani si libereranno di questo ingombrante fardello, tanto prima questo paese tornerà ad avere un leale confronto fra due diversi modi di intendere la società.


Ciao Primlug

Ciao Audrey

primlug ha detto...

@Macfeller
Questi governanti non rappresentano tutta la destra, da Fini a Travaglio a Di Pietro e tanti altri moderati "illuminati" non si e non possono riconoscersi in questa classe politica. Sono convinto che siamo alla fine di un ciclo (per fortuna)Mi interrogo sul futuro se saremo capaci di costruire una alternativa un momento di confronto civile e democratico, se sapremo risvegliare le coscienze e soprattutto se riusciremo a fare capire agli italiani che si è felici solo se lo sono anche gli altri. Ci aspetta un compito arduo a cominciare dal cambiamento a sinistra.
Ciao Macfeller

briccone ha detto...

Spero che il PD sappia trarre le giuste conclusioni da questa lezione data principalmente dai giovani, e interrompere quel torpore che lo avvolge.

primlug ha detto...

@briccone

un bel segnale gli è stato dato e qualcuno si è mosso. Speriamo

A volte i movimenti trascinano i partiti

arial ha detto...

so che non c'entra, ma non so dove postarlo: è un'iniziativa per il 20 dicembre per non dimenticare Gaza

qui tutto il materiale
http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.peacelink.it%2Fpaxchristi%2Fa%2F30779.html&h=26810c8006fea9ce6af239436e1f2c29
grazie

Martina Buckley ha detto...

Bravo prim, parole d'oro! e questo post merita di essere letto anche solo per lo splendido titolo!
Un abbraccio ;)

Anonimo ha detto...

@Martina

Ciao Martina sei sempre troppo buona
Un abbraccio ;)

Prim

ShareThis