martedì 29 luglio 2008

Aggiornamenti sulle missione di Guerrillaradio a Gaza

Attraverso alcuni sms, Guerrilla aka Vik ci sta tenendo informati (per quanto possibile) sull'andamento dell'iniziativa.

Ultima aggregata alla "comitiva" una suora di 81 anni Anne Montgomery ...
Vik giustamente si chiede che ne penserà Papa Ratzi :-)

Israele sta cominciando a muoversi, preoccupata delle possibili conseguenze (anche a livello di relazioni internazionali) di questa missione.

Al riguardo Guerrilla ci ha segnalato questo articolo, chiedendo di tradurlo e diffonderlo.
Se il comportamento ipotizzato dalle Autorità Israeliane sarà quello ipotizzato alla fine dell'articolo (lasciar passare la nave ed evitare scontri), ancora non si sa, l'unica cosa certa è ormai che Israele teme che l'iniziativa possa prendere una piega critica.



Israel fears European ship may sail to Gaza to 'break siege'
By Barak Ravid Tags: Free Gaza Movement
Israel is worried by reports that a group of left-wing activists from Europe plans to set sail for Gaza from Cyprus on August 5 under the slogan "breaking the siege."



Israele teme che la nave europea possa sbarcare a Gaza per spezzare l’assedio.

Israele è preoccupata dalla notizia che un gruppo di attivisti di sinistra provenienti dall’Europa, sta per dirigersi in nave verso Gaza, partendo da Cipro intorno al 5 Agosto, sotto lo slogan “ Spezziamo l’assedio”.
Tra gli attivisti sono presenti 3 membri del Parlamento Europeo.

Non è ancora certo quanto il piano sia attendibile. Tuttavia Israele teme che se la nave salperà, si creerà una situazione “provocatoria” che potrebbe causare una crisi nelle relazioni internazionali, e cmq sfociare in episodi di violenza.
La nave e stata organizzata da “Free Gaza Movement” e da “ the International Solidarity Movement”.
A numerosi membri di quest’ultima organizzazione è proibita l’entrata nei territori israeliani per ragioni di sicurezza.
Gli organizzatori hanno riferito di aver raccolto circa 300.000 $ per finanziare l’iniziativa e reclutato 60 persone imbarcate sulla nave. Inclusi attivisti da numerosi paesi e giornalisti.

A quanto riportato dal sito di “Free Gaza Movement's” tra gli attivisti c’è una sopravvissuta dell’Olocausto, un sopravvissuto della Nakba Palestinese, come I Palestinesi definiscono la creazione di Israele nel 1948, ed altri componenti della diaspora Palestinese, oltre ai parlamentari europei.

Sempre secondo il sito, il piano prevede che la nave arrivi a Gaza dalle acque territoriali- e più specificatamente dalla “Special Security Zone” , che la Marina Israeliana ha dichiarato off limit per tutte le imbarcazioni.
Gli organizzatori confidano in uno scontro aperto con la Marina e in un inevitabile arresto.

Una fonte governativa israeliana ha dichiarato che Israele ha poche informazioni riguardo il piano, e che non è chiaro se si concretizzerà.
Un anno fa, è stato sottolineato, Israele aveva già ricevuto informazioni su un piano simile, ma, a causa di difficoltà logistiche, non si è mai concretizzato.

Ufficiali Ciprioti, nel corso di colloqui con ufficiali israeliani, hanno espresso la loro preoccupazione per la nave in partenza dalle loro coste, ma hanno ribadito di non poter far nulla per impedirla.
Tuttavia, in base alle informazioni raccolte da Israele, Cipro non è l’unico punto di partenza possibile: la nave potrebbe salpare anche dalla Turchia o da Alessandria in Egitto.

Israele sta ancora cercando di scoprire l’esatta identità della nave e i reali intenti degli organizzatori,
E sta ancora decidendo quale misure e contromosse adottare.

La prima opzione, che è stata avanzata nelle discussioni ufficiali, è di permettere alla nave di raggiungere Gaza e di far fallire, quindi, l’apparente obiettivo degli organizzatori di andare allo scontro.

8 commenti:

Comicomix ha detto...

Nonostante le difficoltà di connessione, non posso non portare il mio saluto e il mio incoraggiamento.

Un sorriso dal sud

CC.

:-***)

Lisa72 ha detto...

Speriamo vada tutto bene!
Un abbraccio carissimo, Lisa

Martina Buckley ha detto...

Grazie per gli aggiornamenti, Audrey, manda pure a Vik la nostra solidarietà totale.
Un abbraccio.

Saamaya ha detto...

in bocca al lupo per la missione!

Michele ha detto...

In bocca al lupo!

Cari saluti,
Mikelo

Sub ha detto...

Ho riportato il tuo post sul mio blog, invitando a rilanciare.

Ti ringrazio per il post e per le news, ci sentiamo nei prossimi giorni o al prossimo aggiornamento.

arial ha detto...

questo è l'articolo di oggi su Haaretzhttp://www.haaretz.com/hasen/spages/1006667.html
da Haaretz: U.S. leftists confirm plans to sail to Gaza to break siege

viviana ha detto...

grazie per l'aggiornamento, cara audrey.
Continuiamo a replicare in più blog possibile le notizie e seguire la missione, sperando che questo li aiuti.

ShareThis