mercoledì 19 novembre 2008

Update su Vik (Guerrilla):lui, Andrew e Darlene sono stati trasferiti nella prigione Maasiyahu di Ramle

Confermo che Vik, Andrew e Darlene sono stati trasferiti questa mattina
alla prigione Maasiyahu di Ramle.


Pare che le condizioni di questo
carcere siano buone (per quanto possibile) e che loro tre si trovino in
un'area con altri attivisti internazionali e non con criminali
israeliani.
Pare anche che abbiano deciso di opporsi pacificamente alla
loro espulsione.
Un avvocato sta cercando di parlare con loro, ma per
adesso non ci è ancora riuscito.
Si sta anche cercando di fargli avere
alcuni dei loro effetti personali (vestiti, ecc...)
Non appena avrò
altre notizie vi farò sapere.

MAIL ricevuta alle 10.31

Ringrazio TUTTI coloro che si stanno attivando con post, mail, telefonate e ricerca di contatti per fare pubblica pressione.
Scusate se non riesco più a farlo individualmente, ma l'onda sta crescendo e mi è davvero complicato stare dietro ad ogni iniziativa.
Grazie ancora, Vik non è solo e questa è la cosa piùimportante.

Ps A tuttora non mi è giunta notizia di alcuna TV italiana che abbia riferito l'accaduto. Trovo la cosa semplicemente VERGOGNOSA. SE è accaduto chiedo che me ne sia data conoscenza.

Audrey

22 commenti:

Martina Buckley ha detto...

Ho notato che la stampa internazionale di questo caso ne sta parlando pochissimo. Tutte le notizie che girano (incluso lo sciopero della fame di Andrew) sono tramite blogs o stampa indipendente... che si abbia paura di "infastidire" israele?
sono molto perplessa...

Lisa72 ha detto...

Aspettiamo e speriamo.. certo che in Italia nessuno ti fa sapere niente a meno che tu non sia sull'Isola... :(
E da Inghilterra e America si hanno notizie?
Un caro saluto... Lisa

Talib ha detto...

Su "Metro" stamattina c'era un trafiletto, citava solo Vittorio.

Audrey ha detto...

Aggiornamento avuto per telefono alle 14.00

Vik e Andrew dovrebbero incontrare gli avvocati incaricati dalle famiglie, oggi pomeriggio dopo le 16,00.

Darlene è stata informata dal suo avvocato che i pescatori palestinesi erano stati rilasciati. Non ne sapeva nulla. Lo stesso (si suppone) sia per Vik e Andrew.

Si saprà dopo questi colloqui (si spera) cosa aspetta i 3 internazionali: espulsione o processo.
La posizione di Vik è particolarmente delicata, essendo già stato espulso con divieto di rientro in territorio israeliano (ricordiamo che Vik NON stava in territtorio israeliano, ma a Gaza, è stato portato con la forza entro i confini dello stato ebraico).

Thirthy ha detto...

Guarda è da poco passata la notizia sulla radio 101.300! Ma è scandaloso che non sia passata per le vie ufficiali...

Audrey ha detto...

Mi hanno appena riferito che hanno parlato di sfuggita della vicenda al TG3 di poco fa, all'interno di un servizio da Israele sulla situazione politica.

Grazie a tutti per le segnalazioni.:-)

Anonimo ha detto...

Vengo a sapere solo adesso della cosa, ma per puro caso: non ho visto né sentito la notizia su mezzi diversi dai blog.
Singolari invece i due primi titoli riportati in home su "La Repubblica" in questo momento:

1- "Obama negro filoisraeliano"
Al Qaeda contro il presidente

2- Un gruppo italiano che si fa chiamare "99 Fosse" mette su You Tube brani celebri rifatti in senso antisemita.
[i primi due titoli di repubblica.it alle 16:00 del 19/11/2008]

Due non-notizie in puro stile coincidentista, a mio modesto avviso, senza alcun riferimento ad un connazionale sequestrato in acque extraterritoriali. Lì come altrove. E' una chiara contromisura preventiva.

Massima solidarietà a Vittoro, se può servire a qualcosa, e un caro saluto a tutti voi.

Diego Ianiro

Audrey ha detto...

AGGIORNAMENTO per sms ricevuto alle 17.50

La madre di Vik ha saputo che oggi il console lo ha incontrato.
Sta bene. Non può ricevere telefonate e ne può fare pochissime.
Il cellulare cmq è andato perso in mare durante l'arresto e con esso i numeri di telefono.
Domani avranno i primi interrogatori, dopo di che si dovrebbe decidere per l'espulsione.
Che probabilmente accetteranno dal momento che i 15 pescatori sono stati liberati.

Lisa72 ha detto...

Mi auguro che sia una cosa rapida.. non credo che permanere nelle prigioni israeliane giovi alla salute.. visto lo stato di ospite indesiderato...
Teniamo le dite incrociate.. è stupido ma non so veramente cosa altro dire.. e fare...

dangp ha detto...

Non hanno fatto neanche i nomi:
http://it.youtube.com/watch?v=v73JZ-sp8TA

fikasicula ha detto...

http://www.asca.it/moddettnews.php?idnews=791960&canale=ORA&articolo=M.O.:%20VARCHI%20CHIUSI%20A%20GAZA,%20ANCORA%20IN%20CARCERE%20ATTIVISTI%20ARRESTATI
un lancio d'agenzia sul rilascio dei pescatori che cita anche i tre internazionali

fikasicula ha detto...

ecco un lancio d'agenzia
con il link spero corretto

annuska ha detto...

grazie Audrey per i continui aggiornamenti, Speriamo di avere presto buone notizie

Audrey ha detto...

Infopal ha pubblicato questa intervista a Vik.
Come già detto Vik ha perso il suo cell, ma un compagno di prigionia generoso gli ha offerto la possibilità di fornire il suo recapito eccezionalmente.
Così Angela Lano di Infopal l'ha potuto chiamare e intervistarlo.

http://www.infopal.it/testidet.php?id=9896

lord ha detto...

purtroppo stamattina ne hanno parlato al tg3, e sfortunatamente mia madre l ostava vedendo. cmq non hanno detto il nome dell'italiano.

Audrey ha detto...

@ Lord
credo che sia lo stesso servizio linkato da dangp messo su youtube.
I nomi ai mass media non vengono fatti per riservatezza e vista la delicatezza della situazione (secondo fonti Farnesina e Consolari).

Vabbè..pigliamola per buona la motivazione, anche se il nome di Vik è circolato da subito e lui e la sua famiglia non si sono MAI opposti alla divulgazione.

ps Un saluto a tua mamma Lord, donna intelligente ed informata. Prendere un po' da lei no? Tu continua a leggere solo "Lazialità" :-D

Mario ha detto...

Magari lo sapete già, comunque sul manifesto di oggi c'è un articolo di Michele Giorgio sul rapimento di Vik da parte di Israele (p. 10)

Simone Storti ha detto...

Ciao a tutti,
mi sono occupato della vicenda di Vik in un articolo pubblicato oggi sul quotidiano online "La voce d'Italia", che potete trovare qui.
Visto che i grandi media stanno vergognosamente ignorando la notizia, ho cercato di darle un po' di visibilità scrivendone. Spero possa servire a qualcosa.

Simone Storti

Anonimo ha detto...

Grazie a tutti voi che divulgate notizie, siamo un paese insulso. Inutile raccontarci lo stato della nostra stampa e televisione. Ma possibile che in questo paese non ci sia una sinistra che abbia (o forse per convenienza non ne ha voglia) la forza di farsi sentire.

Prim

Lisa72 ha detto...

Ho trovato questo
http://www.secondoprotocollo.org/index.php?option=com_content&task=view&id=1503&Itemid=1

Mario ha detto...

Ciao. Un aggiornamento: domattina i tre attivisti internazionali illegalmente detenuti in Israele, Vittorio Arrigoni, Andrew Muncie e Darlene Wallach, inizieranno uno sciopero della fame affinché i pescherecci sequestrati ai 15 pescatori palestinesi siano restituiti ai loro legittimi proprietari. La notizia è tratta dal sito Infopa.it,
http://www.infopal.it/testidet.php?id=9905
che traduce un comunicato del Free Gaza Movement.
http://www.freegaza.org/index.php?module=latest_news&id=35ec22cfce4ae6edab71603b63c4b36f&offset=
Il sito Infopal dice anche che «tutti tutti e tre gli attivisti sono disponibili per interviste. Contattate l'ISM per ulteriori informazioni e per i loro numeri di telefono. Greta Berlin - Media Team - Free Gaza Movement - 357 99 08 17 67».

Audrey ha detto...

Grazie Mario
Sono iruscita a parlare con Vik oggi alle 18. Purtroppo per impegni miei non sono riuscita a scrivere il post prima di ora.

Vik sta abbastanza bene..cmq leggete tutto nel nuovo post! :-)

ShareThis