mercoledì 5 novembre 2008

Ecco come una povera elettrice italiana arriva ad invidiare all’America perfino McCain aka McBabbion, avendo McNano…



Poiché oggi l’universo mondo si occupa di Barak Obama,
incensandolo, lodandolo ed indicandolo come la “personificazione di quel cambiamento” che tutto il mondo si stava aspettando, ma che, come al solito, solo l’America ha il coraggio di attuare (di certo non la “vecchia” Europa), io mi vorrei occupare di McCain aka Mc Babbion.


Faccio una premessa che consiste in una doppia confessione:

1)Credevo che il candidato repubblicano impegnasse più seriamente alle urne Obama

2)In fondo in fondo, a me McCain aka Mcbabbion tanto antipatico, sul piano personale, non stava..Anzi…

Il che non equivale affatto a dire che avrei voluto lui alla casa Bianca, ma equivale a dire che, in fondo in fondo, uno che è stato 5 anni e mezzo prigioniero dei nord vietnamiti nel famigerato Hotel Hanoi (come veniva ironicamente chiamata la prigione per gli ufficiali americani), e ne è uscito vivo..
Beh almeno deve avere 2 @@ così!
(Ve li immaginate Gasparri o Bondi prigionieri nell’Hanoi Hotel?..hua hua hua)

Ora fatta la doverosa premessa, veniamo al dunque:
il discorso dell’accettazione della sconfitta da parte di McCain.

Leggete questi passaggi pronunciati subito dopo aver telefonato a Obama per congratularsi per aver conquistato la Presidenza “del paese che entrambi amiamo”.

"In una competizione lunga e difficile quale e' stata questa campagna il suo successo merita il mio rispetto per le sue capacita' e la sua perseveranza".
"Ma il fatto di essere riuscito a farlo ispirando la speranza di milioni di persone"..."e' qualcosa che ammiro profondamente".


''Dio benedica quello che sara' il mio presidente. Lascio ad Obama e a Biden l'onore di guidarci per i prossimi quattro anni''.

Ecco queste, aldilà di ogni considerazioni e preferenza politica, mi sembrano parole degne di un uomo che si è candidato a guidare ilpaese più potente della terra e, onorevolmente sconfitto, accetta il verdetto del popolo sovrano.

E questo è il modo in cui McNano aka Berlusconi accettò democraticamente la sconfitta elettorale del 2006.

Caro Josè Luis Rodriguez Zapatero, dopo cinque anni mi accingo a lasciare la guida del governo italiano ma spero di tornare presto... dopo che saranno state verificate le oltre un milione e centomila schede annullate».
Mittente: Silvio Berlusconi.

Inizia così la lettera che l'ex premier ha inviato da Palazzo Chigi al leader spagnolo il 16 maggio scorso: cinque giorni dopo la sconfitta alle elezioni. Una lettera scritta su carta intestata «Il presidente del Consiglio dei Ministri».

«Come probabilmente sai - continua l'ex premier con tono vittimistico - per il particolare sistema elettorale italiano, nonostante il mio personale successo (Forza Italia è di gran lunga il primo partito italiano), la coalizione che guido è risultata globalmente maggioritaria in termini di voti ma minoritaria in termini di rappresentanza parlamentare.
Come leader dell'opposizione rappresento comunque il 50,2 per cento del paese e spero di tornare presto al governo dopo che saranno state verificate le oltre un milione e centomila schede annullate».

Seguono ringraziamenti, saluti e, tocco finale: «Ti ricordo che hai un amico che Ti vuole bene! Un forte abbraccio».
Firmato: «Silvio».

Ed a questo punto mi rendo conto di quanto siamo caduti in basso, noi qui in Italia…
Arrivare ad invidiare all’America McCain .. Mica Obama… Mc Babbionnnnnnnnn
Ma vi rendete conto?????????

http://www.unita.it/view.asp?idContent=56618

10 commenti:

Anonimo ha detto...

dopo aver sentito le sue parole ho apprezzato l'uomo. E' stato per Obama un avversario non un nemico e gli va la mia stima.
Quanto a noi e al nostro paese non farmi rattristare in un momento così felice per le vicende altrui

PRIM

Martina Buckley ha detto...

"I only act in my films... HE IS the REAL action hero", così ha dichiarato qualche giorno fa il governatore della California aka Arnold Schwartzenegger mentre supportava il collega McCain ad un rally repubblicano.
Obama e McCain sono sempre stati rispettosi l'uno dell'altro durante la campagna, anche quando la sguaiata Palin dava fuori di testa e chiamava Obama terrorista. Il discorso di congratulazioni di McCain ha fatto piacere anche a me. In fondo quell'uomo (scusa ma McBabbion è e-si-la-ran-te :D)non mi ha mai scatenato la stessa ripulsione che mi ha scatenato sempre Bush. Non sono d'accordo neanche un po' coi suoi programmi, però McCain è un uomo onesto, che ha sofferto (sa cos'è la tortura ed infatti era per la chiusura di Guantanamo) e che i repubblicani hanno "sprecato" accoppiandolo alla Palin.
Detto ciò Obama era Obama e la differenza tra i due si vede. Obama è un simbolo, McCain è un pragmatico che purtroppo non ha fascino, seppure onestà di intenti.

McNano invece è un viscido, senza onestà, fascino o intento di cambiare la storia. Una persona che mi rovoca repulsione, come ce ne sono poche al mondo. Il paragone che hai fatto mette ancora più in risalto la situazione: come si rapporterà adesso ad un uomo di grandi ideali come Obama, che la satira americana ha già da tempo soprannominato il "messia" per la sua integrità morale e la sua totale dedizione alla politica? Come si rapporterà questo politucolo disonesto e corrotto, che ha usato ed usa la sua posizione di potere per interessi personali dinnanzi a quell'uomo che ha dichiarato più di una volta di voler essere un totale "civil servant, a true servant to the Americans?"
Staremo a vedere. Già quel fascistone di Gasparri lo ha associato ad Al Quaeda... ma suvvìa... con la pelle di quel colore, vuoi che si mette a fare il presidente degli stati uniti adesso?

Un abbraccio e felice, come sempre, di non esserci.

annuska ha detto...

cara Audrey, se Mc Nano al momento della sconfitta era in quello stato, non ti puoi immaginare come oggi abbia fatto i suoi auguri ad Obama. Aveva la bile che gli fuoriusciva dai pori della pelle, e dopo aver espresso a grugno chiuso gli auguri e finito con una stucchevole autocomiserazione, sul suo destino di finire giornalmente
deriso su tutte le traslissioni, proprio lui destinato a governare.
E' stato una chicca!
Come capo del governo veramente pietoso!
Un saluto serale!

rossaura ha detto...

Eh sì siamo proprio presi male.... noi di nero abbiamo solo la faccetta del nostro Presidente del Consiglio quando ha dovuto salutare il suo amico Bush con gli scatoloni che lascia la Casa Bianca.....

Audrey ha detto...

@ Prim

Non ti faccio rattristare mica io... Ci pensano già i tuoi concittadini :-P

@ Martina
Condivido totalmente la tua analsi (strano eh..ahaha). Solo una aggiunta su McCain.
Lui, in realtà, si è sempre mantenuto piuttosto indipendente dall'apparato repubblicano.
E' sempre stato considerato un cane sciolto che, nel corso della sua lunga carriera, ha spesso sfidato le grandi lobby e contrastato molte scelte imposte dal partito.
Probabilmente se i repubblicani avessero avuto un'alternativa valida non lo avrebbero mai candidato, ma Bush ha fatto tabula rasa e desertificazione anche in casa sua...
Un caro saluto alla verde terra ! :-D

Audrey ha detto...

@ Ross ed Annuska

Azz me la sono persa la faccia di Mcnano che faceva i complimenti a Obama!
immagino saranno stati di cuore e sinceri... :-D

Non voglio nemmeno pensare alla sua prima visita alla Casa Bianca... che combinerà...

Martina Buckley ha detto...

Audrey, la sua prima visita alla White House? Sicuramente non gli dichiarerà amore totale come ha fatto con Bush in quel famoso clip che avevo postato, anzi, visto che siamo in vena di cattiverie feroci, Berlusconi si andrà a lavare la mano dopo avergliela stretta.
McNano mi disgusta.
Splendido il nick che hai creato. Possiamo adottarlo? (ti diamo il TM ovviamente!!!)
:D
Una buona giornata.

Anonimo ha detto...

la differenza di stile tra mc cain e mcnano è assoluta.
purtroppo per noi x mcnano non esistono avversari politici ma solo nemici che poi sono tutti quelli che la pensano diversamente da lui, che è l'unico che ha diritto a decidere x tutti noi punto e basta e questo diritto glielo' ha dato il voto popolare e che si oppone ad una qualunque decisione del suo governo usera' la forza e se ancora non capite è xchè le tv in particolare quei tristi sovversivi del tg3 vi disinformano, ma usera' tra breve la forza anche con loro, che gia' sono stati avvertiti ed hanno potuto vedere le prove con l'attacco a chi la visto ecc..ecc..

Anonimo ha detto...

@Martina Buckley

sono sempre più convinto che la motivazione di mcnano sia soprattutto il suo insaziabile patologico bisogno di sentirsi più bravo. E' veramente malato, se trova qualcuno che è meglio di lui (buon per lui che non riconosce la realtà) sta male e vuole essere sempre il migliore. Ora dinnanzi a Obama che è bello, e lui no, che è giovane, e lui no, che non ha bisogno di cerone, e lui si, si sente da cani.

E io godo, mamma mia se godooooooooo


Hai ragione quando dici che è viscido, sarà tutto l'unto che gli ha dato il signore? ma! in fondo non ci interessa

@Audrey

se metti quella faccia a metà del tuo post è perchè ci vuoi male, veramente male

Con affetto Prim

Audrey ha detto...

@ Prim
Invece lo faccio perchè vi voglio bene e sono buona (buona? buonissima) dentro :-D
Infatti, se vedi lui inevitabilmente ti senti migliore. E' una legge fisica.

ShareThis