sabato 24 gennaio 2009

IO NON C’ERO


Bisogna leggere tutto, mi hanno insegnato.
Così leggo anche il corriere della sera e l’articolo di Cremonesi. Leggo e penso a Zola e Verga. Se in passato la differenza tra il realismo e il verismo mi era parsa labile ora ne comprendo la diversità profonda. Il realismo di Vittorio Arrigoni nei suoi, concitati, date le circostanze, racconti mi coinvolge come se gli eventi fossero a pochi metri da me e non a migliaia di chilometri. Il verismo di Cremonesi, del non vissuto ma riportato, della parzialità delle fonti, nemmeno, come nel Verga di ricordi, ma di un sentito dire, mi urta. Non mi coinvolge. Sembra il racconto di una scampagnata, di ricordi offuscati, di non so, forse le cose non sono andate così. Temo che il Cremonesi minimizzi sino ad affermare che in fondo è stata solo una esercitazione simbolica.
Mentre Arrigoni coglie e vive, si sente che lo toccano, le tragedie immani, le sofferenze il dolore di chi ha perso figli amici parenti e la propria casa,la speranza, il Cremonesi si sofferma sul numero cinico dei morti. Senza comprendere che dieci cento o mille sono pur sempre un crimine. Sarà la comodità di chi scrive, al caldo in casa, sarà la nebbia padana che svanisce i contorni e di questi giorni anche tutto il panorama e le idee, sarà la necessità o la vigliaccheria di chi si uniforma al pensiero politicamente conveniente. Sarà. Chi è sul campo descrive scenari apocalittici, denuncia bombardamenti indiscriminati, strage di civili, di bambini, di uso di armi vietate dalle convenzioni di una mattanza. Lo dicono l’ONU, Amnesty International,la Croce Rossa, i medici, i pacifisti, lo piangono i palestinesi. Lo dicono premi nobel per la pace. Lo dice la coscienza di Israele che si rifiuta di non vedere e di avallare. Ma il Cremonesi no. Lo testimoniano le fotografie, le rovine, i reportage delle televisioni estere, quelle italiane sono come i giornalisti non vedono e non sentono. Ma il Cremonesi no, si ostina a non vedere. Avrà ragione il mondo o Cremonesi? Spero lo certifichi un tribunale internazionale contro i crimini di guerra.

3 commenti:

Riverinflood ha detto...

Condivido al mille per mille!

Lisa72 ha detto...

Condivido!!!!!

arial ha detto...

questi sono due articoli di Vic, non mi sembra che siano nel suo blog
http://www.rete-eco.it/it/approfondimenti/gaza/4614.html
http://www.rete-eco.it/it/approfondimenti/gaza/4563-nel-puzzle-di-macerie-dopo-tre-settimane-di-crimini-di-guerra.html
riguardo all'articolo in questione, questa è l'ananlisi di Misna

http://frammentivocalimo.blogspot.com/2009/01/misna-palestinesi-le-monde-soldati.html

http://frammentivocalimo.blogspot.com/2009/01/misna-fatti-non-parole-per.html

ShareThis