venerdì 16 gennaio 2009

A proposito di Anno Zero di ieri sera...


Come volevasi dimostrare...
Non ho parole per definire la trasmissione di ieri sera di Santoro.
Si è preferito far litigare 2 ragazzine in studio che affrontare seriamente la cronaca di Gaza.
Si è preferito far vedere, senza commento, le immagini della preghiera islamica in Piazza Duomo, intervistare alcuni milanesi benpensanti, e mostrare immagini provocatorie delle manifestazioni pro Gaza dei gg. scorsi.

Forse sarebbe stato meglio intitolare la trasmissione:
La guerra di Gaza vista dall'Italia


Una volta si diceva (con intenzione lievemente di disprezzo)
non è un giornalista è solo un cronista.

Magari si fosse fatta CRONACA nella trasmissione di ieri sera!

Gli unici momenti di cronaca sono stati i filmati da Gaza, procurati da Vittorio, che nemmeno si è avuto la buona grazia di nominare (non dico ringraziare...).

Vi allego qui la mail che mi ha mandato ieri sera.

da Vik utopia
a Audrey
data 15 gennaio 2009 22.18


Non ci sarò.
Evidentemente l'unico testimone oculare italiano del massacro in corso non viene utile alla rai....
Quelli di annozero mi hanno deluso parecchio.
Spero almeno che le immagini che gli ho procacciato passino senza censure,
gli ho fatto risparmiare diecimila dollari a questi, e guarda la riconoscenza.

ps.
domani mi tolgo un sassolino dalle scarpe su Il Manifesto.
Vik


Credo che le sue parole dicano tutto.

6 commenti:

Riverinflood ha detto...

Smascherare i mascheratori progressisti non è facile, ma dobbiamo continuare.

Anonimo ha detto...

In rai non abbiamo giornalisti, ma tanti e mediocri giornalai. Santoro mi ha profondamente deluso. Motivi di sicurezza? ma di chi? il culo ce lo ha messo Vittorio è lui che è la sotto le bombe. Come se Vittorio senza la diretta fosse più sicuro. La sicurezza invece riguardava il posto di lavoro di Santoro.
Bella parte quella della Annunziata. Passo per stronza, no lo sei! non ti impegnare più di tanto.

Ma noi che siamo realisti esigiamo l'impossibile.
Primlug

Lisa72 ha detto...

Mi spiace per Vik che sta, lui sì, facendo davvero qualcosa! Mi spiace per tutti quei bambini che, loro sì, son morti innocenti di una guerra! Mi spiace per chi come me magari avrebbe voluto capire qualcosa di più ma invece si è trovata ad assistere ad una tragica versione sull'attualità di Amici dove si dà fuoco agli odi per fare ascolto e non si lascia parlare chi, Vik, sul posto rischia la vita per dare una mano e una speranza... Io ne ho perse molte.. ma non mi aspettavo molto più dalla Rai...
Un abbraccio a tutti, Lisa

Martina Buckley ha detto...

Premetto che non ho visto la trasmissione di ieri sera (ogni tanto guardo annozero in streaming) ed ho letto ciò che è accaduto solo sul web. Però, dalle testimonianze di tutti concludo: cosa vi aspettavate da una televisione italiana? Santoro o non Santoro, bisogna stare attenti alle poltrone, come ha ben commentato Primlug. sempre la solita storia.
Un consiglio per Vittorio: presumo che il suo inglese sia di buon livello, perché caspita non contatta le televisioni europee di lingua inglese, invece? Mi risulta che tra i suoi compagni di missione ci siano cittadini britannici ed irlandesi. Potrebbero organizzare qualcosa con i corrispondenti britannici e irlandesi che sono a Gaza in questo momento. Che vi assicuro hanno le stesse loro (e nostre)posizioni su tutta la vicenda.
Con amarezza, dico: non aspettatevi nulla di più dall'informazione italiana.
Mi sembra però di aver letto da qualche parte che alla fine Santoro si sia incazzato apertamente con i politici italiani per non aver preso posizioni contro israele. Confermate? Questo sarebbe ammirevole.
Mi sa che più tardi quando ho tempo mi guardo un po' della puntata.
Sursum corda.

Martina Buckley ha detto...

Dimenticavo di aggiungere, sull'Irish Times (il principale quotidiano irlandese) di ieri è stata pubblicata una lettera firmata da 50 personalità della cultura e politica irlandese (tra cui due politici al governo) che chiedeva l'espulsione immediata dall'Irlanda dell'ambasciatore israeliano a Dublino. Se trovo il link lo pubblico sul mio blog.
Decisamente non male, non male davvero!

rossaura ha detto...

Triste teatrino.....
Giornalisti che si riprendono non sulla sostanza ma su come fare televisione. Attori tutti preoccupati di non prendere posizione, di non credere troppo alle testimonianze e alle immagini, di non apparire troppo coinvolti, di non dimenticare che tutto ciò è lontano e deve rimanere lontano da noi.
Questa non è informazione, questo è solo spettacolo cucito in un format che potrebbe sembrare obiettivo, ma non lo è.... semplicemente perchè non prendendo posizione non si è obiettivi, non si fa informazione seria, non si è giornalisti.
Per quanto riguarda l'uso di Vik è assolutamente infame. Va bene per fornirgli materiale al quale avrebbero avuto accesso solo sborsando bei soldni, ma intervistarlo era troppo scomodo, non avrebbero mai potuto condurlo per mano in questo teatro dei pupi.
Bravo Santoro degno giornalaio di questa Italia.

ShareThis